article img

I cormorani

FLASHBACK VISIONS DU REEL 2016

[…] Tra la casa, luogo dell’infanzia, e la società, luogo dell’età adulta, Fabio Bobbio ritrae un mondo di mezzo, quello delle scoperte della prima adolescenza, fatto di boschetti, viadotti, luna park fuori uso e rimesse abbandonate: una geografia dei margini che materializza la fine analisi psicologica dei due ragazzi.

I cormorani è un film di immersione. Immersione nell’estate della provincia italiana, nell’estate delle vacanze scolastiche di Sam e Matte, due amici a cavallo tra la pubertà e l’adolescenza. Fabio Bobbio affronta con coraggio il tema di questa età strana, perché decide di restituirne tutta l’incertezza, l’indolenza, la pigrizia e la curiosità insieme. E tutto il film è attraversato da quella noia nervosa che caratterizza questo momento della crescita, in cui i residuali riflessi infantili sono sorpassati da nuovi bisogni, nuove prospettive. Un momento di disorientamento, ben rappresentato dal limbo estivo delle lunghissime vacanze scolastiche tutte italiane, ben rappresentato da una geografia dei margini, i margini di una pianura padana restituita nella sua natura acerba, selvatica. Tra la casa, luogo dell’infanzia, e la società, luogo dell’età adulta, Fabio Bobbio ritrae un mondo di mezzo, quello delle scoperte della prima adolescenza, fatto di boschetti, viadotti, luna park fuori uso e rimesse abbandonate: una geografia dei margini che materializza la fine analisi psicologica dei due ragazzi. Potrebbe annoiare, questo film, ma se così fosse sarebbe anche per questo riuscito: all’impressionante sincerità di Fabio Bobbio corrisponde volentieri la disponibilità dello spettatore a lasciarsi immergere nei vuoti così reali del mondo di Sam e Matte. Si tratta comunque di vuoti riempiti costantemente da un’amicizia stretta, fraterna, anch’essa ritratta nella sua evoluzione. Col tempo, i compagni di gioco lasciano emergere i caratteri individuali, accettando persino la possibilità di una separazione.

I cormorani ha un’anima documentaria, dettata anche dalla scelta di coinvolgere attori non professionisti, ma è per fortuna un film costruito, ricercato, elaborato attorno al suo nocciolo documentario. È solo una questione di realtà, di fedeltà a un reale veicolato nella sua verità nuda, con i suoi vuoti e i suoi pieni. I cormorani ci insegna un ritmo forse poco cinematografico ma certamente aderente al reale, garantendoci un’esperienza che resta indelebilmente impressa anche molto tempo dopo la visione del film. Infatti, il film funziona un po’ come una madeleine proustiana: credo che chiunque, soprattutto se italiano, saprà ritrovare le sensazioni precise di quell’età incerta, caratterizzata da molte possibilità e pochi fatti. Un’età in cui alla prima profonda esperienza della noia si combina un’intatta capacità di stupore, e nel vuoto anonimo del quotidiano i piccoli accadimenti appaiono come eventi, eventi che si presentano con la forza di esplosioni.

Text: Giuseppe Di Salvatore

First published: June 24, 2016

I cormorani | Film | Fabio Bobbio | IT 2016 | 88’ | Visions du réel, Nyon


More Info

Explore more

Newsletter Subscription

Subscribe to our newsletter and stay in touch