print-img
La fameuse invasion des ours en Sicile

La fameuse invasion des ours en Sicile

Il film di animazione La famosa invasione degli orsi in Sicilia è rivolto ad un pubblico di ogni età. Infatti si basa sulla favola omonima di Dino Buzzati (1945) che sa catturare l'attenzione di grandi e piccoli, perché dotata di diversi livelli di lettura: una semplice fiaba che nasconde interpretazioni a livello sociale, politico, filosofico, molto attuali.

Non c'è un vero lieto fine: gli orsi affamati e in cerca del figlio del loro re, Leonzio, lasciano le montagne per scendere a valle, dove abitano gli uomini, ma sono respinti da loro con pregiudizio e ostilità, pur essendo innocui. Con apertura e resilienza gli orsi riescono a cavarsela e a trovare stratagemmi per sopravvivere, fino a riuscire a regnare pacificamente insieme agli uomini. L'equilibrio non dura, perché vizi e difetti degli uomini intaccano alcuni orsi, che alla fine decidono di ritornare ai monti.

L'illustratore Lorenzo Mattotti, sceneggiatore e regista del film, rimane piuttosto fedele all'omonima opera letteraria, realizzando una coproduzione italo-francese, che è un piacere per gli occhi, spumeggiante per l'inventiva, per la costante sincronizzazione del suono al movimento come nelle animazioni Disney dei primordi, per la rappresentazione di paesaggi, luoghi, oggetti, dettagli, tanto fantasiosi quanto ricchi di cromatismi, di riferimenti alla cultura siciliana e dell'Europa meridionale più in generale. Accentuano il lavoro di radicamento spazio-temporale le musiche originali di René Aubry, che utilizza anche strumenti del folclore siciliano per le sue composizioni, e le voci dei personaggi, affidate – nella versione italiana – a Andrea Camilleri (il vecchio orso), Antonio Albanese (Gedeone), Toni Servillo (Leonzio), Corrado Guzzanti (Salnitro).

La cura delle immagini, disegnate una per una con grande lavoro da un'équipe di professionisti (i movimenti dei personaggi animati sono stati costruiti a partire dall'osservazione di quelli degli attori scelti) ha realizzato quasi un piccolo capolavoro nel suo genere. Peccato che il regista abbia assecondato troppo spesso la dimensione spettacolare offerta dall'intreccio, lasciando spazio a scene di combattimenti, inseguimenti e mostri spaventosi di varia natura, di cui l'immaginario delle anime è purtroppo già pieno, e senza le quali il film non avrebbe affatto perso in innovazione e capacità affabulatoria.

 

First published: September 13, 2019

La fameuse invasion des ours en Sicile | Film | Lorenzo Mattotti | FR-IT 2019 | 81’ | Fantoche Baden 2019

More Info and Trailer 

Screenings in Swiss cinema theatres


Explore more

Newsletter Subscription

Subscribe to our newsletter and stay in touch